babel logo370x89| LITERATURA | TRADUCCION | BELLINZONA |

Babel 2014: le lingue delle Antille: Trinidad, Cuba, Giamaica, Martinique, Haiti, Repubblica Dominicana, Bahamas

Festival di letteratura e traduzione, Bellinzona, 11-14 settembre 2014, Bellinzona


Nel 2014 Babel estende la ricerca avviata nel 2013 con le letterature francofone dell'Africa, dopo un continente un arcipelago, e dopo un'unica lingua una varietà di lingue: ospiti del festival saranno gli scrittori delle Antille, le isole caraibiche occupate a turno da tutte le potenze coloniali europee e popolate dai discendenti delle tribù indigene e degli africani deportati in massa al tempo della tratta degli schiavi, ex coloni, meticci e una moltitudine di immigrazioni remote e recenti. Un crogiolo di razze e di culture le cui radici storiche affondano profonde in Africa e in Europa, ma le cui ramificazioni si spingono verso le Americhe e il mondo intero. O meglio, come mangrovie, si radicano e ramificano nel mare reagendo all'incessante cambiamento delle correnti e delle maree con una capacità di adattamento, aggregazione, ribellione e riconquista unica al mondo.


Dallo spagnolo di Cuba e della Repubblica Dominicana al francese di Haiti e della Martinica, all'inglese di Trinidad&Tobago e della Giamaica all'olandese di Curacao, al portoghese,
al hindi, al cinese, alla varietà di patois e creoli, le lingue delle Antille rispecchiano questo ricchissimo e drammatico groviglio di influssi diversi. Le letterature delle Antille sono i frutti di questo complesso intrico di radici, inflorescenze, marosi, mostri marini e ramificazioni.


Gli autori di Babel 2014 sono Earl Lovelace, Lyonel Trouillot (Haití), Abilio Estévez (Cuba), Elizabeth Walcott-Hackshaw (Trinidad), Rita Indiana Hernandez (Rep. Dominicana), Patrick Chamoiseau (Martinique), Robert Antoni (Trinidad), Kei Miller (Jamaica), Bern ist Überall.


| babel|


 

Compartir en redes: